lunedì 27 dicembre 2010

JIM MORRISON








 Vivi la vita attimo per attimo, come se fosse l'ultimo. 

 Quando ti sveglierai e non vedrai più il sole, o sarai morto o sarai tu il sole. 

Quando la guerra sarà finita, saremo troppo stanchi per goderci la vita. 

 La felicità è fatta d'un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto.

Quando imparerai a fregartene della gente, solo allora sarai grande.

Non essere così triste e pensieroso, ricorda che la vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo.

Un giorno piangevo perché non avevo le scarpe, poi vidi un uomo senza piedi e smisi di piangere. 

 Non arrenderti mai, perché quando pensi che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio. 

  Chi rinuncia ai sogni è destinato a morire. 

 Se dovessi scegliere tra il tuo amore e la mia vita, sceglierei il tuo amore, perché è la mia vita. 

Se per vivere devi strisciare, alzati e muori. 

 Fra il bene e il male c'è una porta, e io l'aprirò!

Fuoco, cammina con me!

 Non ho chiesto a nessuno di nascere, perciò lasciatemi vivere come voglio.

 ...ciascun giorno è farsi un giro nella storia...

 Non serve strappare le pagine della vita, basta saper voltare pagina e ricominciare. 

Nella vita ci sarà sempre un bastardo che ti farà soffrire, ma sarà l'unica persona che riuscirai ad amare veramente. 

 Il mio migliore amico è lo specchio, perché quando piango non ride mai. 

Vivo per amarti, morirò se dovrò dimenticarti. 

  Non è cercando di essere gli altri che si è se stessi. 

 Questa notte non può durare un eterno, perché fra poco arriverà il mattino, ammesso che ci sia un domani. 

 Se dovessi scegliere tra la vita e la morte, perché non esiste vita senza di te, di sicuro sceglierei la morte prima che mi scelga lei. 

 Cerca di essere sempre te stesso, così un giorno potrai dire di essere stato l'unico. 

 Tra il reale e l'irreale c'è una porta: quella porta siamo noi. 

Solo chi non conosce il dolore, può ridere di chi soffre. 

 I dubbi te li crea la libertà. 

  Incontrami per la città, mentre vago per la città, in cerca di qualcosa che non so, incontrami e sorridimi, poi va per la tua strada. 

 Se le persone che parlano male di me, sapessero quello che dico io di loro, parlerebbero peggio. 

 Quando morirò andrò in paradiso, perché l'inferno l'ho già vissuto quaggiù. 

 Non ha importanza che una cosa sia vera, l'importante è crederci! 

Amare significa pensare intensamente a qualcuno, dimenticando se stessi. 

Beato chi non avrà sogni da realizzare, perché non sarà mai deluso. 

 Darei la vita per non morire. 

Darei tutti i miei giorni per un unico ieri. 

 I sogni sono come le stelle, basta alzare gli occhi e sono sempre là. 

Alcuni dicono che la pioggia è brutta, ma non sanno che permette di girare a testa alta con il viso coperto dalle lacrime. 


  La vera felicità non è in fondo a un bicchiere, non è dentro a una siringa: la trovi solo nel cuore di chi ti ama. 

 Non piangere per chi non merita il tuo sorriso. 

Tutti facciamo parte di una storia infinita. 

 L'anima di una persona è nascosta in uno sguardo per questo abbiamo paura di farci guardare negli occhi. 

 Solo colui che fu messo in croce ebbe l'onore di portare i capelli lunghi senza essere chiamato drogato. 

  Prima di morire voglio sentire l'urlo di una farfalla. 

 La notte è un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie. 

 Non è forte chi non cade mai, ma chi cadendo trova la forza di rialzarsi. 

Un giorno anche la guerra s'inchinerà al suono di una chitarra. 

 La mente mette i limiti, il cuore li spezza. 

 Non tradire chi ti sorride: potrebbe avere la morte nel cuore e regalarti ugualmente un po' di vita. 

Sono nato piangendo mentre tutti ridevano e morirò ridendo quando tutti piangeranno. 

Quando lei ti lascerà perché avrà trovato due occhi più belli dei tuoi, altre mani da stringere, un'altra bocca da baciare... non odiarla, ma ricorda i momenti che avete passato insieme e ringraziala... perché lei ti ha dato un poco della sua vita. 

 Vorrei essere una lacrima per nascere dai tuoi occhi, vivere sul tuo viso e morire sulla tua bocca. 

  Non è tanto dell'aiuto degli amici che abbiamo bisogno, ma del poter far affidamento su quell'aiuto. 

 Guarda le piccole cose perché un giorno ti volterai e capirai che erano grandi. 

 se hai un idea rispettala: non perché è un'idea, ma perché è tua. 

 Solo quando i sogno vanno persi come lacrime nella pioggia è arrivato il momento di morire. 

 Non avere paura della morte, fa meno male della vita. 

Non dire mai che i sogni sono inutili perché inutile è la vita di chi non sa sognare. 

Datemi un sogno in cui vivere perché la realtà mi sta uccidendo. 
 Amo gli adolescenti perché tutto quello che fanno lo fanno per la prima volta. 

Perché è scandaloso fare l'amore a 16 anni se si può morire a tutte le età? 

Ti potranno tagliare le ali, ma non potranno impedirti di volare. 

 Solo chi sogna impara a volare. 

 Se ti droghi ti capisco, perché il mondo ti fa schifo; se non lo fai ti ammiro, perché sei in grado di combatterlo. 

 Ama ragazza,ama perdutamente e, se ti dicono l'amore è peccato, ama il peccato e sarai innocente. 

 Anche i fiori piangono, e ci sono stupidi che pensano sia rugiada. 

 Comprare droga è come comprare un biglietto per un mondo fantastico, ma il prezzo di questo biglietto è la vita. 

 Un giorno ho preso una margherita ed ho fatto "m'ama o non m'ama"... la prima volta è venuto m'ama, allora mi ama, ma la seconda è venuto non m'ama, ma non mi sono preoccupato... anche le margherite possono mentire! 

Per cancellare una vita ci vuole un attimo, per cancellare un attimo ci vuole una vita. 

 Sii sempre come il mare che infrangendosi contro gli scogli, trova sempre la forza per riprovarci. 

 Essere allegri non significa necessariamente essere felici, talvolta si ha voglia di ridere e scherzare per non sentire che dentro si ha voglia di piangere. 

 Se sei triste e vorresti morire, pensa a che è triste e vorrebbe vivere ma sa di dover morire. 

 Il passaggio più importante della vita è quello tra due amici e due innamorati. 

Non credere a chi ti dice "ti amo", ma a chi ti guarda negli occhi e tace. 

 Non è cercando di essere gli altri che si è se stessi. 

Quando la gente mi chiede cosa vuol dire amare, abbasso gli occhi per paura di ricordare. 

Non si può dire di aver vissuto se prima non si è provato ciò che è proibito. 

 Non accontentarti dell'orizzonte, cerca l'infinito. 

 Dicono che sbagliando s'impara, allora lasciatemi sbagliare. 

Ho dato tutto ciò che potevo, sono poeta che racconta le sue storie e che canta i suoi versi. Se volete ascoltarmi tutti insieme, andremo lontano; se non vorrete ascoltarmi... 

 Dicono che l'amore è vita, io per amore sto morendo. 

Sorridi anche se il tuo sorriso è triste, perché più triste di un sorriso triste c'è la tristezza di non saper sorridere. 

 La solitudine è ascoltare il vento e non poterlo raccontare a nessuno. 

 Non pentirti di qualcosa che hai fatto, se quando l'hai fatto eri felice. 

 L'unico modo per sentirsi qualcuno è sentirsi se stessi. 

 Vivi la vita così come puoi,perchè come vuoi non puoi. 

venerdì 24 dicembre 2010

Alfred de Musset

Gli epiteti più oltraggiosi che il vostro nemico più fiero vi getta in faccia sono uno zucchero a paragone di quelli che i vostri amici più intimi vi dicono dietro le spalle

Death

Vi sono persone che senza i loro difetti mai avrebbero fatto conoscere le loro buone qualità

Egidio

L'ignorante parla a vanvera, l'intelligente parla al momento opportuno, il saggio parla se interpellato, il fesso parla sempre

giovedì 23 dicembre 2010

Giuseppe Ungaretti


Tutto ho perduto                                    
1937
 




 
Tutto ho perduto dell'infanzia
E non potrò mai più
Smemorarmi in un grido.
 
L'infanzia ho sotterrato
Nel fondo delle notti
E ora, spada invisibile,
Mi separa da tutto.
 
Di me rammento che esultavo amandoti,
Ed eccomi perduto
In infinito delle notti.
 
Disperazione che incessante aumenta
La vita non mi è più,
Arrestata in fondo alla gola,
Che una roccia di gridi.
            





Giuseppe Ungaretti

La madre
1930
 
E il cuore quando d'un ultimo battito
Avrà fatto cadere il muro d'ombra,
Per condurmi, Madre, sino al Signore,
Come una volta mi darai la mano.
 
In ginocchio, decisa,
Sarai una statua davanti all'Eterno,
Come già ti vedeva
Quando eri ancora in vita.
 
Alzerai tremante le vecchie braccia.
Come quando spirasti
Dicendo: Mio Dio, eccomi.
 
E solo quando m'avrà perdonato,
Ti verrà desiderio di guardarmi.
 
Ricorderai d'avermi atteso tanto,
E avrai negli occhi un rapido sospiro.

Giuseppe Ungaretti

Il vero amore è una quiete accesa

Giuseppe Ungaretti

Il vero amore è come una finestra illuminata in una notte buia. Il vero amore è una quiete accesa.

venerdì 17 dicembre 2010

Anton Pavlovic Cechov

Per me, un matrimonio felice è l'unione di un uomo sordo con una donna cieca.

Anton Pavlovic Cechov

La buona educazione non sta nel non versare la salsa sulla tovaglia, ma nel non mostrare di accorgersi se un altro lo fa.

Anton Pavlovic Cechov

Se temete la solitudine non sposatevi.

Anton Pavlovic Cechov

Perfino essere malato è piacevole quando sai che ci sono persone che aspettano la tua guarigione come una festa.

Anton Pavlovic Cechov

Non permettete alla lingua di oltrepassare il pensiero.

Anton Pavlovic Cechov

La felicità è una ricompensa che giunge a chi non l'ha cercata.

Anton Pavlovic Cechov

I dottori sono simili agli avvocati; la sola differenza è che gli avvocati ti derubano soltanto, mentre i medici ti derubano e per di più ti uccidono

Bernard Berenson

Mi piacerebbe stare all'angolo di una strada molto frequentata, con il cappello in mano, e pregare la gente di buttarmi tutte le ore che hanno sprecato.

Jean Anouilh

Fino al giorno della sua morte, nessun uomo può essere sicuro del suo coraggio.

Henri Frédéric Amiel

Fare facilmente ciò che gli altri trovano difficile è talento; fare ciò che è impossibile al talento è genio.

Henri Frédéric Amiel

Conoscere è un atto. La scienza appartiene dunque all'ambito della morale. Agire è seguire un pensiero. La morale appartiene dunque al campo della scienza.

Henri Frédéric Amiel

Il buonsenso è la misura del possibile; è composto di esperienza e previsione; è calcolo applicato alla vita.

martedì 14 dicembre 2010

PROVERBI E PARABOLE

A buon intenditor, poche parole.
A carnevale ogni scherzo vale.
A caval donato non si guarda in bocca.
A chi non teme il sermone giova poco il bastone.
Agli amanti e ai cacciatori per un piacer mille dolori.
A lavar la testa all'asino ci rimetti il ranno e il sapone.
Aiuta i tuoi e gli altri se puoi.
A mali estremi estremi rimedi.
Ambasciator non porta pena.
Amor senza baruffa fa la muffa.
Anno nuovo, vita nuova.
A pagare e a morire c'è sempre tempo.
A San Martino ogni mosto si fa vino.
A tavola non si invecchia.
Bacco, Tabacco e Venere, riducon l'uomo in cenere.
Bacio di bocca spesso cuor non tocca.
Batti il ferro finché è caldo.
Dagli amici mi guardi Iddio, che dai nemici mi guardo io.
Da ospedale e cimitero si esce sempre più sincero.
Dio, se chiude una porta, apre un portone.
Campar senza fatica è una voglia molto antica.
Can che abbaia non morde.
Chi al caso s'affida prende un cieco per guida.
Chi ama bene castiga bene.
Chi ascolta troppa gente conclude poco o niente.
Chi ben comincia è alla metà dell'opera.
Chi di spada ferisce di spada perisce.
Chi di speranza campa, disperato muore.
Chi dorme non piglia pesci.
Chi ha tempo non aspetti tempo.
Chi muore giace, chi vive si dà pace.
Chi nasce dalla gatta piglia i topi.
Chi non muore si rivede.
Chi non risica non rosica.
Chi rompe paga e i cocci sono i suoi.
Chi semina sulla sabbia raccoglie solo rabbia.
Chi semina vento raccoglie tempesta.
Chi si contenta gode.
Chi si loda si sbroda.
Chi tardi arriva, male alloggia.
Chi troppo in alto va, cade sovente.
Chi troppo la tira la spezza.
Chi va al mulino s'infarina.
Chi va con lo zoppo impara a zoppicare.
Chi va piano va sano e va lontano.
Chi vive di sogni ha meno bisogni.
Con la moglie a lato l'uomo è sempre beato.
Con le buone maniere si ottiene tutto.
Con le mani di un'altro è facile toccare il fuoco.
Conta più la pratica che la grammatica.
Con un po' di coraggio si finisce ogni viaggio.
Disgrazia e osteria fanno la stessa via.
Dove ci son donne innamorate è inutile tener porte serrate.
Dov'è l'innocenza non manca provvidenza.
E' meglio un magro accordo di una grassa sentenza.
Fare insegna a fare.
Fidarsi è bene non fidarsi è meglio.
Fra i due litiganti il terzo gode.
Gallina che non becca ha già beccato.
Gallina vecchia fa buon brodo.
Gli errori dei dottori li ricopre la terra.
Gobba a ponente luna crescente, gobba a levante luna calante.
Il cane morde lo straccione.
Il difficile sta nel cominciare.
Il peggior sordo è quello che non vuole sentire.
I pifferi di montagna andarono per suonar e furono suonati.
Il più conosce il meno.
Il riso abbonda sulla bocca degli stolti.
Il silenzio, spesso, è una predica eloquente.
Impara l'arte e mettila da parte.
In casa di galantuomo nasce prima la femmina e poi l'uomo.
In un'ora Dio lavora.
L'acqua vuol pendenza il mare vuol pazienza.
La donna è mobile, l'uomo è falegname.
La donna ne sa più del diavolo.
La fame fa uscire il lupo dal bosco.
La fretta è cattiva consigliera.
La gatta frettolosa fece i mici cechi
La goccia scava la pietra.
La miglior vendetta è il perdono.
L'amore e la tosse non si possono nascondere.
La prima si perdona, la seconda si bastona.
La prudenza non è mai troppa.
La saggezza del passato non nutre l'affamato.
La superbia andò a cavallo e tornò a piedi.
La volpe che non arriva al lardo dice che è rancido.
Le cose lunghe diventano serpenti.
Le uova non hanno nulla da insegnare alla gallina.
L'occasione fa l'uomo ladro.
L'occhio del padrone ingrassa il cavallo.
Lontano dagli occhi lontano dal cuore.
L'ozio è il padre dei vizi.
Meglio tardi che mai.
Meglio un asino vivo che un dottore morto.
Nella botte piccola c'è il vino buono.
Nella casa non c'è pace se canta la gallina e il gallo tace.
Non dire quattro se non l'hai nel sacco.
Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace.
Non puoi avere botte piena e moglie ubriaca.
Non stuzzicare il can che dorme.
Non tutti i mali vengono per nuocere.
Ogni casa ha solaio, cesso, fogna e acquaio.
Ogni lasciata è persa.
Ogni promessa è debito.
Ognuno è fabbro della sua fortuna.
Olio, aceto, pepe e sale fan saporito pure uno stivale.
Paese che vai usanza che trovi.
Peccato confessato, mezzo perdonato.
Quando arriva la minestra non c'è più sinistra o destra.
Quando a tordi, quando a grilli.
Quando il piccolo parla il grande ha sparlato.
Quando sono troppi i galli a cantare, non si fa mai giorno.
Quando vien la candelora dall'inverno semo fora.
Ride bene chi ride ultimo.
Rispetta il cane per il padrone.
Sacco vuoto non sta in piedi.
Scherza coi Fanti e lascia stare i Santi.
Se hai i soldi siedi altrimenti stai in piedi.
Se non è zuppa è pan bagnato.
Se son rose fioriranno.
Si dice il peccato, non il peccatore.
Soldato che fugge, buono per un'altra volta.
Sono sempre gli stracci che vanno per aria.
Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra che ho detto la mia.
Tanto la va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.
Tra moglie e marito non mettere il dito.
Tra prendere o lasciare occorre ben pensare.
Trotto d'asino dura poco.
Tutto è bene quel che finisce bene.
Uccello in gabbia non canta per amor, canta per rabbia.
Una ciliegia tira l'altra.
Una grande paura nessun medico la cura.
Una mela al giorno leva il medico di torno.
Una pianta che ha molti frutti non li matura tutti.
Un bel gioco dura poco.
Un po' per uno non fa male a nessuno.
Uomo avvisato, mezzo salvato.
Va con chi è meglio di te e pagagli le spese.
Vecchiaia con pazienza prolunga l'esistenza.
Voce di popolo, voce di Dio.
Zotici e villani discuton con le mani.